STORIA PARALIMPIADI: HEIDELBERG 1972

I giochi paralimpici del 1972 si sarebbero dovuti tenere a Monaco di Baviera, già sede delle Olimpiadi, ma la vendita degli appartamenti del villaggio olimpico e la loro conseguente indisponibilità ad ospitare gli atleti disabili che avrebbero dovuto prender parte alla quarta paralimpiade, costrinse gli organizzatori a cercare una sede alternativa, che fu identificata nella cittadina di Heidelberg.

Paralimpiadi storia

Heidelberg 1972: La Città

La città di Heidelberg si trova nello stato del Baden-Wurttenberg uno dei sediciche costituiscono la Germania, con capitale Stoccarda. E’ conosciuta innanzitutto per la sua università, la più antica di tutta la Germania ed una delle più prestigiose d’Europa, fondata nel lontanissimo 1386 da Roberto I di Wittelsbach. Oltre alla sua antica università, Heidelberg ospita anche noti istituti di fama mondiale come il Max Planck Institut e l’Accademia delle Scienze. Possiede inoltre numerose attività industriali nel campo delle carta, dell’elettrotecnica e del tabacco.

Paralimpiadi storia

Heidelberg 1972: L’Attentato Della RAF

Nel 1972 in Germania avvengono diversi attentati terroristici che culmineranno con l’attacco alla delegazione Israeliana nel villaggio olimpico di Monaco di Baviera da parte di un commando palestinese appartenente al gruppo  “settembre nero“. L’attacco finì in tragedia con la morte di tutti gli atleti israeliani sequestrati e di alcuni feddayn.

In quell’anno la RAF (Red Army Faction), conosciuta anche come la banda Baader-Meinhof  cominciò a compiere attentati dinamitardi sul territorio tedesco contro obiettivi militari americani: furono colpite prima Francoforte e poi Heidelberg. E’ il 24 maggio quando due bombe esplodono a distanza ravvicinata provocando la morte di quattro soldati.

Paralimpiadi storia

Heidelberg 1972: I Quarti Giochi Paralimpici

I ventunesimi giochi internazionali di Stoke Mandeville sono anche conosciuti come la quarta edizione delle paralimpiadi estive. Per l’organizzazione dell’evento il Comitato Organizzatore usufruisce del contributo economico da parte del Governo della Germania ed in particolare del Ministero del Lavoro. L’Università per l’addestramento fisico ospita le competizioni a cui partecipano più di mille atleti disabili, provenienti da 43 paesi. Il 2 Agosto Gustav Heinemann il Presidente della Repubblica Federale di Germania da il via alle gare. I tedeschi, padroni di casa, mettono in campo il team più numeroso. Tra le varie discipline fanno il loro esordio a livello dimostrativo gli sport praticati da atleti con disabilità visiva, i ciechi e gli ipovedenti. Appassionanti sono le gare di nuoto, molti record paralimpici e mondiali vengono infranti. In piscina si vede per la prima volta il “touch pad” elettronico per il rilevamento dei tempi. Nel basket in carrozzina la squadra degli Stati Uniti si prende la rivincita su gli israeliani dopo la sconfitta patita a Tel Aviv quattro anni prima. La quarta edizione delle paralmpiadi si chiude dopo una settimana.

Heidelberg 1972: Atleti Da Ricordare

  • Reimer, Canada, Lancio del disco
  • Zipola Rubin, Israele, giavellotto

Heidelberg 1972: Le Medaglie Italiane

  • Giuseppe Trieste, oro slalom classe 2, bronzo tennis tavolo
  • Rosa Sicari, oro tennis tavolo
  • Vittorio Loi, oro fioretto
  • Roberto Marson,  2 oro spada e sciabola
  • Vittorio Paradiso, oro fioretto
  • Franco Rossi e Germano Zanarotto, oro spada e fioretto a squadre
  • Giovanni Ferrarsi e Oliver Venturi, argento tennistavolo a squadre
  • Giovanni Ferrarsi, Oliver Venturi, Roberto Marson e Germano Pecchenino, argento sciabola a squadre
  • Vittorio Paradiso, Maculano e Marras, argento fioretto a squadre
  • Franco Rossi, argento fioretto
  • Jaculano, Marras e Vittorio Paradiso, bronzo St. Nicholas Round
  • Carlo Jannucci, bronzo slalom classe 3
  • Giuliano Koten, bronzo bocce sul prato
  • Aroldo Ruschioni, bronzo biliardo